Spazzolini manuali o elettrici quale funziona meglio?


Buongiorno pazienti, anche oggi abbiamo consigliato nei nostri controlli d'igiene l'uso dello spazzolino elettrico ai nostri amici e pazienti.
È da circa vent'anni che i nostri pazienti ne fanno uso e le risposte individuali sono molto positive e migliori rispetto gli spazzolini manuali.

I pazienti che usano i manuali non riescono a pulire e rimuovere placca, più del 40% circa, vuoi per lo spazzolino sbagliato, troppo piccolo o troppo grande, vuoi per le setole usurate, vuoi perché l'anatomia difficilmente permette di avere tutti i denti su un piano unico o una curva perfetta, vuoi per il riflesso del vomito. Non ultimo il paziente usa troppa forza e sbaglia i movimenti per cui spesso hanno gengive arrossate e i denti "scavati" a solco soprattutto dal lato opposto rispetto la mano che usano, destra o sinistra.

Gli elettrici: sono più facili da usare una volta avuta pazienza di capire il movimento corretto. Arrivano oltre il 60% di rimozione di placca che è poi il massimo d'igiene che una persona può fare nella sua bocca. Gli spazzolini a testina tonda raggiungono i singoli denti, anche quelli più nascosti, puliscono più superficie del dente e soprattutto non possono danneggiare le gengive o scolpire le radici.

La forza di lavoro è sempre quella, determinata dal motore. Nel bambino vanno più piano e spesso con l'aiuto della musica incorporata nel manico sono più divertenti.

I nuovi spazzolini poi vi parlano con una app che tiene conto del tempo, dell'età, del movimento e vi suggerisce come migliorare lo spazzolamento.

Lo spazzolino elettrico è poi fondamentale nelle persone anziane e non solo aiuta le stesse ma ne facilita il movimento e spesso è di aiuto alle persone che le assistono e che devono solo introdurre lo spazzolino senza timore di fare male o di non pulire dove non vedono.

Uno studio del 2008 ha dimostrato che un caso su dieci di polmoniti negli anziani, nei disabili in casa di cura può essere prevenuto con un miglioramento dell'igiene orale.
Infatti lo spazzolino può rimuovere focolai di pus, infezioni sotto tartaro, acute o croniche molto dannose nei pazienti che non hanno più cognizione d'igiene o non possono sostenere da soli lo spazzolamento.

Nel 2018 un altro studio scandinavo ha confrontato l'efficacia dello spazzolino elettrico rispetto quello manuale in un anno, in pazienti anziani in casa di riposo. Ogni paziente aveva delle patologie in atto e la metà di essi aveva problemi cognitivi e mentali con pochi denti naturali.

Se è vero che la differenza dove ho pochi denti, è poca e dove ho più denti è migliore nell'elettrico l'importante è la rimozione della placca batterica.
Si è anche evidenziato la maggior facilità nella pulizia da parte del personale di supporto e soprattutto l’importanza di aumentare l'igiene orale.

Buone vacanze e sorridete.

 

Andrea Caprotti, Ilaria Caprotti